Ergonomia ed organizzazione del lavoro

Scopo
La 5a Sezione ha lo scopo da un lato di migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza degli operatori, e dall'altro di ottimizzare la gestione dell'azienda e la sua organizzazione, attraverso l'uso di strumenti di pianificazione delle operazioni in campo e della logistica con un approccio di sistema. La 5a Sezione dell'AIIA rappresenta la piattaforma nazionale di riferimento per i tecnici e tutti gli operatori connessi a tali attività. Essa fornisce i più recenti sviluppi in termini di strumenti e metodologie per l'organizzazione del lavoro e la logistica nei settori agricolo, forestale e agroalimentare, l'ergonomia e la sicurezza degli operatori, attraverso il coordinamento e la cooperazione nell'organizzazione di conferenze, seminari, workshop relativi a tali tematiche.

Area di Attività

  • Organizzazione del lavoro: avanzamento delle conoscenze per la gestione ottimizzata dei processi con lo scopo di migliorare la sostenibilità tecnico-economica delle filiere agroalimentari, agroenergetiche e forestali, compresa quella del settore del verde pubblico e privato.
  • Logistica: ottimizzazione delle operazioni di trasporto e distribuzione dei prodotti con tecniche mutuate da applicazioni in campo industriale (Management Resource Planning, Just in Time, Lean Thinking, Modelli di simulazione, Programmazione lineare, ecc.), con lo scopo di migliorare la sostenibilità tecnico-economica e la qualità delle filiere agroalimentari, forestali e agro energetiche e di consentire la tracciabilità di filiera.
  • Gestione dei sistemi: sviluppo e miglioramento dei sistemi di aiuto alle decisioni per la pianificazione delle operazioni e della logistica a livello strategico, tattico e operativo.
  • Ergonomia: studio dell'ergonomia come parte integrante della gestione dei processi per la produzione agricola, agro-industriale e forestale, che prevedono diversi livelli di fatica fisica e mentale.
  • Sicurezza e salute degli operatori: migliorare la valutazione dei rischi e degli incidenti per gli addetti del settore agricolo, forestale e agroalimentare, promuovere la sicurezza dei lavoratori e dei processi anche all'interno dei sistemi di gestione integrata della qualità.

I temi affrontati nella 5a sezione dell'AIIA aiutano a migliorare l'efficienza produttiva nel settore agricolo e delle relative filiere - risparmi di manodopera, miglioramento delle condizioni di lavoro, risparmio di combustibile e di input di fattori derivante dall'applicazione dell'agricoltura di precisione - anche attraverso l'introduzione di nuove tecnologie informatiche e telematiche. I miglioramenti riguardano la messa a punto di adeguate strategie di management delle operazioni sia a livello tattico sia a livello operativo per ottimizzare l'impiego delle nuove macchine e per ottemperare ai regolamenti e vincoli che rendono più complessa la gestione dei processi. Un tema particolarmente importante è la logistica di filiera, che si estende oltre i confini aziendali per arrivare fino all'utente finale, sia esso l'impianto di trasformazione della biomassa, la centrale di confezionamento e processo del prodotto agricolo, o la distribuzione al dettaglio del prodotto. In particolare, le sfide riguardano l'efficiente ed effettivo flusso di beni, servizi ed informazioni dal punto di origine al punto di consumo, con lo scopo di soddisfare le richieste degli stakeholders. La logistica interessa aspetti importanti quali la tracciabilità delle produzioni e la loro qualità, l'ottimizzazione delle operazioni di raccolta e trasporto, la gestione ottimizzata dei reflui zootecnici, la segregazione di prodotti geneticamente modificati, il commercio elettronico in agricoltura e la distribuzione di prodotto locale. La 5a sezione collabora attivamente a diffondere le tematiche di ricerca sia a livello nazionale, sia a livello internazionale, partecipando con i suoi rappresentanti a convegni organizzati, a cadenza biennale dal CIOSTA 'Commission Internationale de l’Organisation Scientifique du Travail en Agriculture' che ha come scopo proprio l'organizzazione del lavoro, l'ergonomia e la sicurezza dei lavoratori.

Presidente

Prof. Giampaolo Schillaci
Università degli Studi di Catania, Dipartimento Gestione dei Sistemi Agroalimentari e Ambientali (GeSA)
Via Santa Sofia, 100 - 95123 Catania.

Nato a Catania l'1.1.1955, sposato, 3 figli, professore ordinario di Meccanica Agraria (AGR/09) a tempo pieno presso l’Università di Catania. Laurea in Scienze Agrarie nel 1981, voto 110/110 e lode, e abilitazione alla professione dell’Agronomo. Dal 1983 collabora con l’Università di Catania. Vince il concorso nazionale come professore associato di Meccanica Agraria e nel 1992 prende servizio a tempo pieno, dal 2005 è in servizio per professore ordinario. Dal 2009 è Responsabile della Sezione Meccanica e Meccanizzazione. Nel 2008, nel 2010 e ora nel 2012 promuove ed organizza sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica e i patrocini sia dell’AIIA che della V sezione CIGR la conferenza internazionale RAGUSA SHWA, unica specializzata nel mondo sui temi della Sicurezza, Salute e Benessere nei sistemi Agricoli e Agroalimentari. Dal 2009 è membro del Comitato Scientifico Sicurezza e Prevenzione in Agricoltura presso l’Accademia dei Georgofili e vicepresidente 3° sezi. AIIA. Dal 2010 è Membro Corrispondente della stessa Accademia e dal 2011 membro del consiglio direttivo della SIE e presidente della Sezione Sicilia. Dall’A.A. 1987-88 l’attività didattica ha riguardato la Meccanica Agraria e la Meccanizzazione Agricola.

+39.095.7147512 / mob. +39.320.4328344

+39.095.7147600 / +39.0932.835070

Scheda Personale

giampaolo.schillaci@unict.it

Vice Presidente

Prof. Remigio Berruto
Università di Torino, Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale (DEIAFA)
Via Leonardo da Vinci, 44 - 10095 Grugliasco (TO).

Nato a Moncalieri il 13/07/1963, si è laureato nel 1987 con voto 110 e Lode, e ha conseguito l’abilitazione alla professione di Agronomo. Nel 2004 ha conseguito un Ph.D. Nella gestione dei sistemi agricoli presso la Purdue University, Indiana, USA, con una tesi sulle strategie di logistica per migliorare le prestazioni degli centri di stoccaggio cereali. Dal 1990 lavora presso il Dipartimento di Ingegneria Agraria presso l'Università di Torino. Attualmente è professore associato. Dal 1985 è membro dell'associazione italiana di ingegneria agraria - AIIA. Dal 1996 è membro della ASABE - American Society of Agricultural and Biological Engineers. È il fondatore del gruppo di lavoro CIGR sulla logistica e presidente della CIGR (Associazione internazionale degli ingegneri agricoli) - sezione V - (2015-2018). È presidente di EFITA - federazione europea delle Tecnologie Informatiche per l'agricoltura e l'agroalimentare (2015-2017). La sua attività di ricerca si concentra nell'analisi dei sistemi e nella simulazione della logistica di distribuzione dei prodotti agroalimentari, software di gestione per le industrie agroalimentari e per la tracciabilità. Attualmente sviluppa applicazioni per smartphone ed è esperto di flipped classroom, un'innovativa metodologia didattica. Insegna classi di livello master sulla logistica di distribuzione, sui sistemi di energia rinnovabile per l'agricoltura, la gestione dei database, la simulazione e le catene di approvvigionamento di biomasse. Ha presentato oltre 200 articoli su riviste e conferenze internazionali.

+39.011.6708596 / mob. +39.335.454164

+39.011.2368596

Scheda Personale

remigio.berruto@unito.it


Elenco dei documenti da consultare e scaricare V Sezione

Il sistema non ha prodotto risultati